RIFLESSO

Piazzetta e spazi centrali, Taio (TN)

4° Premio

2020, Concorso di progettazione in due gradi

Comune di Predaia (TN)
con  Arch. A. Gaffuri 
costo: 500.000 euro

* * *

Il progetto introduce pochi segni, semplici e chiari, che identificano il nuovo ambito.  La volontà è quella di creare un grande invaso centrale. Per fare questo si è mantenuta la viabilità pubblica di via dei Ponti sul lato sud-ovest e l’accessibilità agli ingressi privati sul lato nord-est.

Si mette a tema l’orografia del contesto, senza negarne le peculiarità, attraverso l’introduzione di alcuni gradini e al tempo stesso garantendo (attraverso rampe dalla pendenza controllata) l’accesso all’invaso e a tutti gli ingressi degli edifici pubblici alle persone con ridotta mobilità.  Un sistema misto di alzate e rampe contenute tra l’edificio del nuovo Municipio e l’edificio dell’ambulatorio raccorda il dislivello tra piazza S. Vittore e piazza Nuova. 

Due alzate definiscono lo spazio esterno, realizzato in pietra chiara, della sala Polivalente posta alla quota della piazza. La stessa pietra identifica il nuovo Municipio come un grande inserto urbano. Tre alzate riequilibrano infine la grande conca nella parte più bassa dell’attuale piazzetta e concludono il nuovo disegno separando l’area pedonale dallo spazio del transito e del parcheggio.  Il sistema dei dislivelli, in maniera dolce, scandisce una naturale continuità degli ambiti relazionando piazza Nuova con piazza S. Vittore e con l’immediato intorno. Nell’angolo sud è inserito un “coperto”. Questo elemento costruito ha un rilevante ruolo urbano sia come elemento relazionale con il contesto, sia come testa del sistema piazza nuova.